IL TEATRO DELLA MEMORIA – GAETANO TAFURI

 

IL TEATRO DELLA MEMORIA

di

GAETANO TAFURI

PREFAZIONE

r.JPGLa vasta esperienza di vita , che ha caratterizzato l’attività dell’avvocato Gaetano Tafuri, nato a Pachino da una famiglia di medici, si è espressa amministrativamente nell’Aviazione Militare, come Ufficiale in Spe; e giuridicamente nell’esercito dell’Avvocatura ad alto livello, perché si devono a lui l’istituzione , ottenuta a Catania nel 1977, della sede staccata del Tribunale Amministrativo Regionale Sez. di Catania; nonché la pubblicazione di un fondamentale studio su “ Il processo amministrativo ”, da lui esposto al XII Congresso Nazionale Giuridico – Forense di Perugia nel 1973; per cui egli è meritatamente divenuto Vicepresidente Nazionale della Cassa degli Avvocati e dei procuratori, e per decenni membro del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania; e non gli sono mancati significativi e pubblici riconoscimenti, quale il “ Premio Acino d’Oro ” che nel 1984 gli è stato conferito dalla sua città natia, come “ Pachinese Benemerito ”; la PRESIDENZA DEL Comitato Regionale di Controllo provinciale per un quadriennio e, per molti anni, della Sezione della Sicilia Orientale della Società Italiana degli Avvocati A amministrativi.

Alle sue note benemerenze egli ora aggiunge, con efficacia di stile e con gradevolezza di espressione letteraria, questo libro di ricordi, intitolato “ Teatro della memoria ”, in cui egli si dimostra piacevole e robusto narratore di episodi di vita vissuta nella Sicilia sud – orientale, e segnatamente a Pachino, a Noto, a Marzamemi e a Portopalo, con tratti di coinvolgente umanità, come la delicata vicenda intitolata semplicemente Maria; e con squarci di vibrante umorismo paesano, come Scopone con pioggia: o ricchi di drammaticità, come Noto di allora ; o di sorridente umanità, come Musica, gelati e maldicenze.

Per Gaetano Tafuri, illustre giurista che con questo suo

Teatro della memoria ” si è rivelato sagace scrittore, si può quindi ripetere l’antico detto di Marziale “ Hominem pagina nostra sapit ”, perché egli ha veramente intinto la sua penna nella realtà umana; e, pertanto, le sue pagine risultano interessanti ed appetibili per il lettore, perché fanno veramente rivivere la realtà storica e sociale della Sicilia sud – orientale di mezzo secolo fa, con una vivacità ed una schiettezza,che molti scrittori di grido potrebbero invidiargli; e pertanto ringrazio Gaetano Tafuri per il dono prezioso che egli ha fatto alla cultura contemporanea col suo “ Teatro della memoria ” al quale auguro la migliore fortuna, che merita anche per il suo sereno e garbato umorismo, che è di stampo tipicamente “ siciliano ”, e che egli sa far diventare “ universale ”.

Santi Corrente

Direttore Onorario dell’Istituto

Siciliano di Cultura Regionale

Catania 28 gennaio 2002

 

IL TEATRO DELLA MEMORIA – GAETANO TAFURIultima modifica: 2010-03-14T17:26:08+01:00da lutecesicilia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento